La frutta e la verdura

Il nostro non è un territorio particolarmente votato alla produzione di frutta e verdura, motivo per cui la reperibilità del prodotto non è mai scontata. Tuttavia, con molto lavoro di ricerca sul territorio, riusciamo a garantire un’ampia offerta in tutti i periodi dell’anno.

Avvertenze: con il Ceppo non contano le “regole del mercato” ma contano le regole della natura.

Quando apri il Ceppo, ecco cosa scoprirai circa la frutta e la verdura:

  1. Che una mela può essere veramente brutta a vedersi, ma che può essere incredibilmente buona
  2. Che le dimensioni e le forme variano, ma non influiscono sul sapore
  3. Che i contadini non gestiscono saloni di bellezza: se piove le verdure saranno fangose e una carota sarà sempre terrosa
  4. Nei campi dove non si usa chimica vivono ancora lumache e insetti
  5. Che frutta e verdura hanno un ciclo di vita durante il quale non mantengono costanti le proprie caratteristiche: alcune varietà sono migliori all’inizio della stagione, altre raggiungono il massimo nei periodi successivi. Ma non disperare: con un po’ di impegno in cucina, si trova sempre un modo per valorizzare ogni prodotto (per esempio non ostinandosi a voler mangiare i finocchi di maggio al pinzimonio, ma piuttosto gratinandoli al forno).
  6. Che le patate si raccolgono in estate ma essendo dotate di buona conservabilità non mancheranno praticamente mai in tutto l’anno. Tuttavia, dopo alcuni mesi dalla raccolta, inizieranno a produrre i germogli e a perdere la classica consistenza soda (più o meno lo stesso vale per le cipolle secche).